Perseidi: Le stelle cadenti in un agosto rovente

Il mese di agosto è un mese importante per molti astrofili e amanti dei fenomeni celesti, perchè è possibile assistere al fenomeno delle cosiddette “stelle cadenti“. Ogni anno ad agosto, la Terra attraversa l’orbita della cometa Swift-Tuttle, portando alla bellissima pioggia di meteoriti delle Perseidi popolarmente conosciuta come “stelle cadenti”.

La cometa Swift-Tuttle, che causa le Perseidi, è stata scoperta nel 1862 e orbita attorno al Sole una volta ogni 133 anni. Questa cometa ha lasciato un bel po’ di sabbia e detriti nella sua orbita attorno alla nostra stella, causando una bella pioggia di meteoriti meglio conosciuta come “Sciame di Perseidi”.

Perseidi Le stelle cadenti in un agosto rovente

Le meteore, conosciute come “stelle cadenti“, sono scie luminose di breve durata nel cielo notturno che si creano quando particelle di polvere a un’altitudine di circa 100 chilometri entrano nell’atmosfera terrestre ad alta velocità. Ogni anno la Terra attraversa alcune importanti orbite di comete, quindi ogni anno vediamo piogge di meteoriti ricorrenti.

Quando si possono vedere molte “stelle cadenti”, si parla anche di “pioggia di stelle”. Il nome ‘Perseidi‘ deriva dalla costellazione Perseo poiché l’origine apparente di questa pioggia di meteoriti, il cosiddetto ‘radiante’, si trova in questa costellazione.

In teoria, le prime Perseidi compaiono nel cielo stellato da metà luglio, ma il picco annuale di questa pioggia di meteoriti avviene sempre nella notte dal 12 al 13 agosto. Il picco di questo sciame è relativamente alto, ma la durata del massimo è piuttosto breve a nove giorni, così che il numero totale di meteore in questo sciame non è troppo grande. In buone condizioni, dovrebbe essere possibile vedere molte dozzine di meteore o “stelle cadenti” all’ora durante il picco.

Per osservare “stelle cadenti” o meteore, non c’è bisogno di attrezzature speciali come un costosi telescopi. Sono sufficienti solo indumenti caldi, una branda o un lettino e un luogo con poco o nessun inquinamento luminoso. Un campo aperto lontano dalla città è quindi la location perfetta. Di solito è sufficiente guardare il cielo stellato ad occhio nudo per circa quindici minuti per vedere una o più ‘stelle cadenti’. Assicurati di avere una visione chiara della bellissima cupola del cielo scuro e far si che i tuoi occhi si abituino al buio per circa quindici minuti. Una mappa stellare è sempre utile anche se vuoi sapere dove si trova la costellazione di Perseo e non guardare troppo spesso la luce intensa del tuo smartphone!

La pioggia di meteoriti delle Perseidi di quest’anno raggiungerà il suo massimo venerdì 13 agosto, intorno alle 2 del mattino. Alle 7:30, il radiante, il punto nel cielo da cui sembrano provenire le “stelle cadenti”, è nel suo punto più alto nel cielo a 84° sopra l’orizzonte. Tuttavia, poiché è già il tramonto intorno alle 05:45, il momento migliore per osservare le Perseidi è intorno alle 03:45. Quindi il radiante di questo sciame è di circa 60° sopra l’orizzonte a nord-est. Poiché la luna non disturba quest’anno, questo è il momento ideale per osservare le meteore con tempo sereno. Di conseguenza, non saranno visibili solo le meteore più luminose in quel momento, ma anche le meno luminose e le meteore di altri sciami. In buone condizioni dovrebbe quindi essere possibile osservare tra le 40 e le 60 meteore all’ora.

fonte:sky.observation.com

Next Post

La birra tedesca non è poi così tanto pura?

Uno studio di un’organizzazione ambientale non governativa, pubblicato giovedì, afferma di aver trovato tracce di un erbicida a base di glifosato, sospettato di essere cancerogeno, in 14 dei marchi di birra più famosi della Germania. La ricerca, condotta dall’Istituto per l’ambiente di Monaco di Baviera, afferma di aver trovato il […]
La birra tedesca non poi cosi tanto pura