Criogenesi, ecco di cosa si tratta

Criogenesi, di cosa parliamo? Tutti noi sogniamo di poter vivere in eterno, e non a caso l’elisir di vita eterna è l’oggetto più cercato di sempre.

Per adesso, purtroppo, dobbiamo rassegnarci all’idea della morte e che, presto o tardi, dovremo dire addio alle nostre spoglie mortali, che crediamo o meno ad una vita eterna nell’aldilà.

Ma, se un giorno qualcuno riuscisse a scoprire come diventare immortali?

Sarebbe una bella occasione “persa” per noi, o forse no: c’è anche chi ha ben pensato di farsi ibernare per mantenere intatto il proprio corpo in attesa che qualcuno “inventi” l’immortalità.

La criogenesi umana è una tecnica di ibernazione, che si basa sul conservare un corpo umano dopo il decesso, abbassandone la temperatura.

Il NIST, l’agenzia federale USA che si occupa di tecnologie, ha scelto di considerare il campo della criogenia quello che riguarda temperature sotto i 93 K (-179.85 °C).

Coloro che si affidano a questa di questa tecnica credono che in futuro dovrebbe essere possibile sviluppare una tecnologia in grado di ripristinare completamente le funzioni vitali dei corpi ibernati.

Ovviamente, non esiste ancora alcuna certezza sulle possibilità di rianimare il corpo in futuro: ecco perché questa tecnica, tra l’altro molto costosa, è anche molto controversa ed ampiamente criticata.

[email protected]Wikipedia

Next Post

Chi sono i rifugiati?

Da decenni ormai il nostro paese è considerato meta di immigrazione: nonostante milioni di nostri connazionali vivono e lavorano in altri stati, tantissimi scelgono il nostro paese come meta finale dei propri viaggi della “speranza”, per sfuggire dalla povertà o dalla violenza dei propri paesi di origine. Ogni anno, quindi, […]
Chi sono i rifugiati