Cancro uterino, si verifica dopo la menopausa?

Il cancro uterino è un tumore che si verifica più spesso nelle donne in menopausa.

Il cancro uterino è il tumore ginecologico più comune, lo specialista in ginecologia e ostetricia op. Dott. Nadir Cömert ha affermato che la malattia è più comune nelle donne in postmenopausa.

Cancro uterino si verifica dopo la menopausa
[email protected]Wikimedia

Nadir Cömert, Specialista in ginecologia e ostetricia, ha fornito importanti informazioni sulle malattie ginecologiche che possono essere causate da sanguinamento nella vagina anni dopo l’ultima mestruazione.

Affermando che tale sanguinamento dovrebbe essere preso in considerazione, Cömert ha spiegato:

Non consideriamo le mestruazioni per un anno dopo l’ultima mestruazione come menopausa e dobbiamo tenere conto delle situazioni di sanguinamento che si verificheranno dopo questo periodo. La buona notizia è che La maggior parte del sanguinamento che si verifica durante questo periodo è causata da cambiamenti benigni come atrofia vaginale, fibromi uterini o polipi. Il motivo per cui prendiamo sul serio questa situazione è che il cancro uterino ha la possibilità di causare questo sanguinamento, anche se a un tasso inferiore. Qualsiasi sanguinamento che si verifica nel periodo postmenopausale dovrebbe essere valutato dal medico“, riferisce l’esperto.

Sottolineando che l’incidenza del cancro uterino è aumentata negli ultimi anni, Cömert speiga:

Il cancro uterino è il tumore ginecologico più comune. È frequente nelle donne in postmenopausa. Sfortunatamente, non esiste ancora un metodo di screening per il cancro uterino. Negli ultimi anni, l’incidenza del cancro uterino è aumentata. Anche la crescente prevalenza di obesità e diabete nella società ha un grande effetto su questo aumento. Possiamo elencare le condizioni che aumentano il rischio di cancro come segue; Età avanzata, soprattutto 60 anni e oltre, mestruazioni precoci (prima dei 12 anni), menopausa tardiva (dai 55 anni in poi, mancato parto, obesità, mestruazioni irregolari, storia familiare, uso di droghe“.

Affermando che un medico dovrebbe essere consultato senza perdere tempo nel sanguinamento post-menopausa, Cömert ha consigliato:

In questo caso, condividi immediatamente la questione con il tuo medico e considera le raccomandazioni del tuo medico. Come accennato all’inizio, questi sanguinamenti sono spesso causati da cambiamenti benigni, ma non dovrebbero mancare possibili cambiamenti cancerogeni. Il cancro uterino provoca disturbi emorragici precoci, portando a diagnosi precoci e opzioni di trattamento. L’importante è consultare un medico senza perdere tempo quando si riscontrano denunce di sanguinamento. In un paziente con emorragia postmenopausale, prima di tutto, dovrebbe essere fatto un attento esame ginecologico“.

Con questo esame” spiega “vengono valutati attentamente gli organi genitali esterni, la vagina, la cervice uterina e il basso addome. Quindi, viene eseguita una valutazione semplice, indolore ea breve termine mediante ecografia. Qui vengono riviste situazioni come lo spessore del tessuto intrauterino e la sua regolarità. Il prossimo passo è fare una biopsia del tessuto intrauterino. Questo processo può spesso essere eseguito facilmente con l’aiuto di un sottile tubo di plastica durante l’esame. Durante la procedura, il dolore si avverte per un tempo molto breve, ma tanto quanto un dolore mestruale. Il campione prelevato viene valutato nel laboratorio di patologia“.

[email protected]

Next Post

Attività fisica aumenta la longevità della vita

Praticare regolare attività fisica può aumentare la longevità della nostra vita. La pratica regolare dell’attività fisica è già più che affermata come un modo efficace per garantire la qualità della vita e ridurre la mortalità. Un recente studio pubblicato sulla rivista JAMA Internal Medicine ha mostrato, tuttavia, che non solo […]
Attivita fisica aumenta la longevita della vita